In PATAGONIA sul Treno della FINE del MONDO

Stamattina sono piuttosto impaziente per tutto quello che oggi vedremo. Ci aspetta una camminata nel Parco Nazionale della Terra del Fuoco con un giro sul Tren del fin del mundo ma il top del giorno sarà la navigazione lungo il Canale di Beagle per vedere da vicino cormorani, leoni marini e i tanto attesi pinguini di Magellano. Il tempo sembra piuttosto variabile, ma stando alla forecast, la pioggia dovrebbe essere passeggera. Così, con la speranza di uno schiarimento del cielo, perché tutto sembra più bello con il sole, riprendiamo la nostra emozionante avventura.

img_4160

wp-image-586766072jpg.jpg

img_4175img_4185Il pullman ci lascia alla stazione chiamata Fin del mundo della Ferrovia Australe Fuegina dove inizia la nostra escursione sul treno che percorre gli ultimi 7 km del tracciato originario di 25 km che veniva attraversato dal Treno dei Carcerati 100 anni fa. In attesa del nostro turno facciamo due chiacchiere con una ragazza italiana che si trova qui per fare lo stage. Il suo aiuto è prezioso nel tradurre tutto quello che ci viene detto a proposito della storia di questo posto. Come ho già scritto nel mio precedente articolo, i carcerati della prigione di Ushuaia costruirono le rotaie di questo treno che veniva usato per trasportarli dal centro della città nella zona che oggi fa parte del Parco Nazionale.

img_4194

img_4221

Salgo su uno dei vagoni del treno rosso e fortunatamente riesco a trovare un posto per sedermi. La nuvola di vapore che rilascia ogni tanto mi fa venire in mente i film di una volta e il fischio della locomotiva evoca questi ricordi ancora di più. Questo treno a vapore infatti è di stampo classico ed è stato costruito, ci dicono, nel 1995 in Inghilterra, appositamente per questa attrazione. Il suo modello si rifà ad un antico modello inglese del XIX secolo. Per garantirne un basso impatto ambientale sono state effettuate le innovazioni tecnologiche. Queste garantiscono un utilizzo molto più semplice e allo stesso tempo funzionale ed evocativo. Lungo il percorso lo sguardo cade sui tronchi d’alberi morti, davvero numerosi e ai cavalli selvaggi che di qua e di là si presentano nella loro libertà assoluta. Cerco di immaginare i carcerati a lavoro nella loro divisa gialla a strisce blu in mezzo alla natura e su questo treno che oltre che a trasportare pietre e sabbia, veniva caricato di legna usata per scaldarsi e per cucinare.

wp-1487059024107.jpgFinito il percorso sul treno continuiamo il giro a piedi nel Parco Nazionale, fino alla Bahia Lapataia. La natura qui toglie il fiato per la sua bellezza. Cerco di respirare a pieni polmoni l’aria pulita sapendo che una volta tornata a casa, avrei rimpianto la mancanza di questi posti. Chiudo gli occhi per udire il silenzio e per un attimo mi sento come qualcuno tornato alle proprie origini. Vorrei rimanere qui per sempre, in pace con il mondo che mi circonda ma la voce di un’aquila reale mi ricorda che è giunta l’ora di andare.

img_4256img_4271wp-1487065531628.jpgIl pullman ci riporta nel centro di Ushuaia per pranzare al ristorante Villaggio dove ci fanno assaggiare la Merluza negra e Cazuela de centolla, due piatti tipici di Ushuaia. Abbiamo giusto il tempo per ritornare alla Bodega del libro a comprare il libricino per la piccola Giò e per fare un salto all’ufficio postale a spedire le cartoline. Visto che i francobolli qui costano tantissimo, mi limito a spedirne solo un paio. Altri dovranno accontentarsi delle foto.

2Mentre saliamo sul catamarano che ci farà fare la navigazione lungo il Canale di Beagle, la mia mente vola verso i miei cari e verso tutti coloro che avrebbero voluto essere qui con me oggi. Dopo averli abbracciati col pensiero ritorno in cabina per condividere con il mio gruppo la gioia di questo viaggio. Ushuaia, vista da un’altra prospettiva, appare ancora più affascinante.

INFO UTILI: I biglietti si acquistano direttamente sul posto. Il giro dura circa 1.30 minuti. Solitamente questa escursione non è compresa nei tour della Patagonia. Le partenze dipendono dalle condizioni climatiche e variano a seconda della stagione. Tutte le info si trovano qui: http://www.trendelfindelmundo.com.ar/it/horarios.html .

Stiamo per incontrare i pinguini…STAY TUNED…

All Rights reserved © Mira Krizman

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo e segui la mia pagina Facebook qui:

https://www.facebook.com/globetrottingtraveladventures/

krizman-logo

Annunci

14 commenti Aggiungi il tuo

  1. Teresa ha detto:

    Entusiasmante descrizione!complimenti!

    Piace a 1 persona

    1. mirakriz ha detto:

      La mia fedele lettrice, grazie di ❤

      Mi piace

  2. Silvio Bagattin ha detto:

    Grazie Mira per la mirabile descrizione di ricordi ed emozioni che se permetti, condivido su FB per i miei amici Un abbraccio

    Piace a 1 persona

    1. mirakriz ha detto:

      Grazie a te, carissimo!!! Anzi, mi fai il piacere!!! Un abbraccione

      Mi piace

  3. Donato Capozzi ha detto:

    Che bel viaggio.. Ti ho seguito in diretta quando potevo e mi è piaciuta soprattutto la varietà del paesaggio attraversato!

    Piace a 1 persona

    1. mirakriz ha detto:

      Si, Donato, e’ stato bellissimo. Da fare almeno una volta nella vita! Dico almeno…. grazie per il tuo commento e per following me. Un abbraccione

      Piace a 1 persona

  4. Karen ha detto:

    Che bello ! Mi piace tanto quel treno !

    Piace a 1 persona

    1. mirakriz ha detto:

      Grazie Karen!!!!

      Mi piace

  5. Ilaria Battaini ha detto:

    Fantastico il treno e fantastici i paesaggi attraversati…davvero degni della “fine del mondo” 😊 leggo il tuo bellissimo racconto e cerco di immaginare di essere lì… ma adesso aspetto i pinguini!!! 😉😍

    Piace a 1 persona

    1. mirakriz ha detto:

      Sono in arrivo 🐧🐧🐧😘😘😘

      Mi piace

  6. crisss66 ha detto:

    Dev’essere stato entusiasmante 😉

    Mi piace

    1. mirakrizman ha detto:

      Tantissimoooo!!!!

      Piace a 1 persona

  7. Cesar ha detto:

    Che bel modo di descrivere questa avventura Mira, immagino quanto sono belli questi posti

    Piace a 1 persona

    1. mirakrizman ha detto:

      Ho cercato di descriverli a modo mio per farlo immaginare chi legge. Spero di esserci riuscita. Grazie Cesar!!!!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...